martedì 21 luglio 2015

Tuscany , unforgettable experience !

Mi ritrovo qui dopo un po' di tempo a raccontarvi una delle mie esperienze più belle , in quel mondo che da un po' di anni ho deciso di viverci , quel mondo che mi fa sentire Viva , il lavoro in cucina!Come ben sapete, almeno chi mi segue da tempo , faccio parte della FIPPC ITALIA e  quest' anno ho avuto l' onore ed il privilegio di fare un' esperienza lavorativa presso Villa Curina Resort a Castelnuovo Berardenga provincia di Siena dall' Executive Chef Giorgio Trovato .

La villa risale al XVI secolo e fu trasformata nel corso del Settecento, precisamente  tra il 1776 e il 1780. Assunse così il tipico aspetto delle costruzioni del XVIII secolo, a pianta rettangolare con base a scarpata e con sviluppo su tre piani coperti con un tetto a padiglione, come possiamo ammirarla ancora oggi.  A tale data risale anche il bellissimo giardino all’italiana situato di fronte all’ingresso della villa, piccolo gioiello architettonico.
A poca distanza dalla villa la piccola Cappella di San Liberato, anch’essa del XVI secolo, affrescata da Arcangelo Salimbeni nel 1573, data che compare nella parete interna dell’archivolto.
Gli affreschi al suo interno costituiscono un evento artistico di tutto rispetto per la quantità e l’importanza dei temi trattati. Per tale motivo l’oratorio di Curina viene definito  la piccola “Cappella Sistina del Chianti”.

 Lo Chef Trovato oltre ad essere Presidente della FIPPC ITALIA , segretario Ambasciatori Cim (Chef Italiani nel Mondo ), ed è anche Consigliere direttivo Nazionale Euro Toques Italia, collabora con importanti riviste curando aspetti del settore enogastronomico ed è autore di libri . Sempre attento a sensibilizzare il cliente verso una cucina sana , infatti ha iniziato un percorso di studi nell' utilizzo della Canapa in cucina . Lui stesso la coltiva nelle fantastiche terre del Chianti (canapa priva di sostanza psicotropa THC). I valori nutrizionali della canapa hanno effetti benefici nell' organismo , usata a scopi terapeutici per malattie degenerative, Morbo di Crohn, artrite , malattie della pelle ... Lo Chef è abilissimo nel preparare e far degustare un' intero menu a base di canapa dall' antipasto al dolce ... e perchè no anche un buon infuso da sorseggiare in terrazza ammirando lo spettacolare paesaggio del Chianti .
Appena si arriva a Villa Curina, si percepisce una sensazione di pace, come se il tempo si fermasse , i colori della tenuta, la flora , il fruscio delle foglie , i colori dei giardini , uno spettacolo da incorniciare nella mente .












Entrare in una cucina gestita da un vero professionista è un' esperienza unica , lo si percepisce dall' organizzazione di tutto, dal clima che si respira, perchè lavorare in estrema serenità e professionalità credo sia la carta vincente di un lavoro così impegnativo e delicato .
Il ristorante è stato riconosciuto dalla Guida Michelin con due Forchette.
Cene, pranzi ed eventi diventano un' esperienza sensoriale unica che almeno tutti una volta dovremo fare convinta del fatto che assaggiati i piatti dello Chef , si ritorna di sicuro ..
Voglio a questo punto condividere con tutti voi alcune creazioni  e l' ambiente in cui tutta questa magia prende vita .



























 Se vi trovate in quelle zone vi invito a trascorrere un po' di tempo in questa meravigliosa location e cenare al Ristorante di Villa Curina per lasciarsi trasportare verso un' esperienza unica .

domenica 16 novembre 2014

Crostatine salate

Con questa ricetta partecipo al contest di Peperoni e patate con Formaggi della Svizzera
Una ricetta dal gusto autunnale che avvolge il cuore .
Ingredienti per la frolla salata
300 gr di farina 0
150 gr di olio
2 tuorni
latte q.b per impastare
1 cucchiaino di sale
Per il ripieno
1 pezzo di Emmentaler dop
zucca gialla
Procedimento
In una planetaria mescoliamo la farina con l'olio e le uova, uniamo il sale e se serve un po di latte . Quando avremo ottenuto un composto omogeneo lo modelliamo sul tavolo da lavoro e foderiamo le tortiere . Passiamo in padella la zucca gialla a cubetti sistemando di sale. Mettiamo il formaggio sul fondo e la zucca una volta cotta sopra ed inforniamo per 15/20 minuti . Sembra di assaggiare una crostata all' albicocca ma sono delle ottime crostatine salate .



Sofficini home made

Ci siamo , anzi ci risiamo , ma nel senso buono, riparte il contest promosso da Peperoni e patate , con i Formaggi della Svizzera. Il tema di quest' anno è la ricetta del cuore.
Se penso alla ricetta che ho nel cuore torno indietro di molti anni , quando ero piccina e guardavo in tv la pubblicità dei famosissimi sofficini , quelli col sorriso. La mia mamma che era attenta alle cose sane non le comprava ma me le faceva lei , diceva sempre che i suoi erano genuini fatti con prodotti di qualità ... ed aveva ragione un gusto unico . Io ho preferito Le Gruyere inquanto a differenza del Emmentaler Dop ha un gusto più deciso dato dalle muffe durante la stagionatura ed è più compatta rispetto all' altro formaggio . Ha un profumo unico che lega benissimo con l' impasto dolce dei sofficini  . Ecco a voi la ricetta
Ingredienti per 8-10 sofficini
150 gr di latte 
150 gr di farina
1 noce di burro
1 pizzico di sale
1 uovo
pan grattato
olio per friggere 
Per il ripieno
1 pezzo di Gruyere 
passata di pomodoro
Procedimento
Mettiamo il latte in una pentola, lo portiamo a bollire , togliamo dal fuoco e con un mestolo o frusta mescoliamo velocemente unendo la farina. Si crea una palla, l' impasto si stacca dai bordi della pentola. Passiamo il composto su un piano da lavoro e amalgamiamo tutto. Formiamo un cilindro e tagliamo a fette. Mettiamo un filo di olio o carta forno sul piano da lavoro, facciamo dei dischi e mettiamo all' interno formaggio e pomodoro, passiamo nell'uovo e pan grattato e friggiamo. 


venerdì 3 ottobre 2014

Calabria :un viaggio da custodire nel cuore !

Carissimi amici oggi vi porterò con me in un viaggio bellissimo , conoscerete posti , profumi e tradizioni di una terra fantastica quale la Calabria.
Tutto è iniziato da un messaggio privato di fb dove la dolcissima Teresa Balzano del blog Peperoni  e Patate mi invitava per un week end nella provincia di Crotone al Foodbloggerday 2.0 . Felicissima ed emozionatissima anche perche con me c' era anche un' altra amica blogger Daniela Neglia del blog Sapori di casa . Dopo poco ci arriva il programma che partiva dal Sabato mattina in poi. Ma cosa si farà venerdi sera all' arrivo ???? Il Pullman partiva alle 16:50 da Taranto dove ci uniamo a Marisa altra foodblogger Il mio saper Fare  e con stupore e felicità ci uniamo ad , Elena, Nunzia ... finalmente le amicizie virtuali si concretizzeranno . Nel pullman ci conosciamo meglio e spulciando fb vediamo che eravamo state taggate dal Patron della Fattoria San Sebastiano Piero Romano che mostrava una Cernia da circa 10 kg ... cena della serata . Piero non lo conoscevo personalmente . Arriavate a destinazione vediamo un furgoncino che si avvicina a noi... Eccolo Piero "Il gigante buono" , quasi 2 mt di simpatia , un ragazzo che ha sempre il sorriso sulle labbra, sempre disponibile e premuroso con tutti noi. Breve sosta negli appartamenti dove il signor Luigi ci dispone nelle rispettive camere , doccia veloce e siamo subito pronti ..... Dopo 4 ore di viaggio le nostre menti avevano un chiodo fisso ... La cernia !!!!
Arriviamo alla tenuta, posto incantevole, rustico , un' atmosfera accogliente calda che dava una sensazione di agio e relax. Scatto subito la prima foto
Iniziamo le presentazioni , conosciamo Nadia la moglie di Piero, la dolcezza fatta a persona , Martino rappresentante del Gal Kroton , Gianfranco titolare del birrificio Blandino e tutti gli altri blogger. Ci sediamo all' interno ed iniziamo la fantastica cena.


































Primo piatto insalata di polpo e patate

Ovviamente non potevamo non assaggiare l' olio della Fattoria San Sebastiano, Piero ci ha spiegato le varie differenze e noi con immenso piacere abbiamo assaggiato e confrontato le varie tipologie accompagnato il tutto da dell'ottimo pane .
Una serata all'insegna del gusto e del divertimento , credo che condividere un pasto sia il modo migliore per creare e consolidare amicizie . Ritorniamo nei nostri alloggi per riposarci, il giorno dopo ci aspetta una giornata intensa e ricca di impegni piacevoli .

Sabato mattina , sveglia ore 6:30 , io e la mia coinquilina Marisa apriamo le finestre e con grande sorpresa scopriamo uno scenario paradisiaco chela sera prima ovviamente non avevamo notato ... Buongiorno Strongoli !L' APPARTAMENTO AFFACCIAVA SUL MARE!!! Accesso privato alla spiaggia , essendo settembre e che i vacanzieri sono ormai via la spiaggia rea tutta per noi .
Il programma prevede colazione presso la Fattoria San Sebastiano , e li ci aspetta una colazione composta da frutta di stagione e dolci accompagnati da confetture e miele. A riceverci ci sono produttori locali con i loro prodotti . L'olio bio della Fattoria San Sebastiano tra cui quelli aromatizzati, la birra Blandino che oltre la birra ci mostra anche la gelatina della stessa , il miele dell' Apicultura Lucanto e pasta Astorino













Dopo la ricca colazione ci spostiamo a Torre Melissa , la sede del Gal Kroton. Li ci aspettano il sindaco e gli altri fornitori locali che hanno preparato una degustazione delle loro prelibatezze che degusteremo dopo la visita alla Torre .Vi elenco i produttori :
Caciocavallo Podolico: azienda Parrilla (il proprietario si chiama Bevilacqua) Loc. Vuote 88811 Cirò Marina
Az. Tosto Salvatore loc. Santopolo 88823 Umbriatico,
Salame di maiale nero: Azienda Leadercoop di Casabona (KR)
'nduja di maiale nero: Azienda Leadercoop di Casabona (KR)
Sardella: Az. Parrilla Gastronomia Via Scalaretto 88811 Cirò Marina;

Birra artigianale e gelatina di birra: Blandino (Strongoli, KR)
Miele, propoli e caramelle al miele: Apicolutura Lucanto (Mesoraca, KR)
Pecorino crotonese: Azienda Agricola Spina
Sott'oli e olive schiacciate: F.lli Cristiano
Creme piccanti: Az. Sapori e Delizia
Carne Podolica APZ Calabria
Vino: Cantine Riunite di Melissa e Cirò 
Confettura (e cipolle agrodolce e mostarda di cipolle) Calabria Gourmet  di Antonio Elia 
Pane Mimmo Grillo
Olio bio Fattoria San Sebastiano  









Dopo aver deliziato le papille gustative facciamo visita alle cantine riunite di Cirò e Melissa . Viene presentata l' azienda e ci viene dettagliatamente raccontata la sua storia e il metodo di produzione , visita infine al punto vendita dove degustiamo qualche etichetta e ne approfittiamo per comprare qualche buon vino .





Il tour continua per visitare Strongoli , una visita guidata alla ricerca di tradizioni architettoniche e culturali
La nostra mente è ricca  di profumi, di tradizioni un concentrato di informazioni di cui faremo tesoro .
La giornata porta al termine , breve sosta negli alloggi e poi a cena da Piero in Fattoria . Serata questa volta a base di carne .... che meraviglia ! Serata importante perchè viene inaugurato il BLOG DELLA FATTORIA SAN SEBASTIANO . La cena è allietata da canti popolari, vorremmo rimanere fino all' alba ...ma all' alba del giorno dopo ci aspetta la vendemmia quindi a malincuore per ora ci salutiamo , nel prossimo articolo vi racconterò della fantastica giornata agreste..... e l' avventura continua...